Home
Indice
Prostituta o artista?
a cura di Diego Cattaruzza
{requisiti: un po' di ironia}


In giro per la rete c'è di tutto, anche sciocchezze.
Tra la tanta spazzatura, m'è capitato di trovare questo insieme di nefandezze, cui ho deciso di opporre la mia visione delle cose.
A prescindere dall'atteggiamento disfattista e alla 'Murphy', che detesto cordialmente, non mi va proprio che si possa pensare di me (o di qualsiasi altro programmatore, se è per questo) nei termini esposti.

Questo è il testo spazzatura, con accanto la mia replica.

L'informatico e la prostituta: che siano la stessa cosa?

  • Lavori a degli orari bizzarri
  • Sei pagato per rendere felice il tuo cliente
  • Il tuo cliente paga tanto, ma è il tuo padrone che intasca
  • Sei pagato all'ora, ma i tuoi orari arrivano fino a quando il lavoro è finito
  • Anche se sei bravo, non sei mai fiero di quello che fai
  • Sei ricompensato se soddisfi le fantasie del cliente
  • Ti è difficile avere e mantenere una famiglia
  • Quando ti domandano in che cosa consiste il tuo lavoro, tu non puoi spiegarlo
  • I tuoi amici si allontanano da te e resti solo con gente del tuo tipo
  • E' il cliente che paga l'hotel e le ore di lavoro
  • Il tuo padrone ha una gran bella macchina
  • Quando vai in "missione" da un cliente, arrivi con un gran sorriso, ma quando è finito, sei di cattivo umore
  • Per valutare le tue capacità ti sottopongono a dei terribili tests
  • Il cliente vuole pagare sempre meno e tu devi fare delle meraviglie
  • Quando ti alzi dal letto dici "Non posso fare questo per tutta la vita"

L'informatico e l'artista: che siano la stessa cosa?

  • Lavori in qualsiasi orario e non ti pesa
  • Ti pagano per essere felice
  • Non importa chi paga e chi intasca, ma chi è soddisfatto: tu.
  • Sei pagato all'ora, ma i tuoi orari comprendono il tempo che giochi a programmare
  • Anche se sei bravo, vorresti sempre far meglio
  • E' difficile avere e mantenere una famiglia, ma sono le difficoltà che
    affascinano
  • quando ti domandano in cosa consiste il tuo lavoro, non la finisci più di magnificarlo
  • Cresci nella stima dei tuoi amici e ne acquisisci degli altri
  • Vai in giro spesato di tutto
  • Tu hai una bestia di computer
  • Quando vai da un cliente sei preoccupato, ma te ne vai soddisfatto di aver risolto, in un modo o nell'altro.
  • Cercano di sottoporti a tests terribili (secondo loro) ma ne esci sempre brillantemente senza sforzo
  • E' bello fare delle meraviglie per seguire una fantasia del cliente
  • Quando ti alzi dal letto dici "Riuscirò a fare questo per tutta la vita?"

Trieste, 28-Gen-2003

Potete inviare commenti (possibilmente non insulti), 
contributi, suggerimenti all'autore: Diego Cattaruzza
Home Indice