Home Indice poesie
Tracce di pulviscolo

Ecrit de dieux (apres l'amour)

Nelle ore che seguono l'amore
l'odore del tuo corpo m'accompagna.

Per le strade, nella folla, sul lavoro,
risento palpitare qulla donna
che prima vibrava sotto le mie mani
fragile e regina.
Qui, tra i tuoi libri, fra i tuoi diari,
risento palpitare quell'uomo
che prima vibrava sotto le mie dita
fragile e potente
.

Quando posi il tuo capo sul mio seno
quando poso il mio capo sul tuo seno
quando ti agiti nel sonno
sento il mio cuore battere nel tuo
sento il mio sangue fondersi nel tuo
sento il tuo respiro diventare il mio.

E' la sensazione sicura
d'un'unità cosciente
che esalta pure
la mia volontà
d'amarti
di desiderarti
di cercarti
di volerti.

Eppure nell'amore
il proprio cuore non si suona
il proprio sangue non si cerca
il proprio respiro non si pensa.

Eppure dopo l'amore
è così che ti sento
è così che ti amo.

Milano, primi di settembre 1977

Indice poesie Home Potete inviare commenti (possibilmente non insulti)
contributi, suggerimenti all'autore: Diego Cattaruzza