Home Indice poesie
Tracce di pulviscolo

Delirio

Tu sei come le quattro stagioni:
dell'autunno hai gli occhi marroni:
belli vivi limpidi sinceri
mesti adorabili brillanti
dolci buoni splendidi teneri
gialli forti deboli imploranti...
sempre graziosi...
o maliziosi.

Tu sei tutto quanto mi manca:
dell'inverno hai l'anima bianca:
pura chiara limpida sincera
fredda calda bella trasparente
mesta gaia gelida tenera
dolce buona fragile sorridente...
sempre preziosa...
o misteriosa.

Tu lontana sei come le stelle:
primavera mi dice la pelle:
rosea viva morbida leggera
rossa calda bella eccitante
bianca chiara serica tenera
dolce secca amabile frizzante...
come la rosa...
o la mimosa.

I capelli tuoi sono l'estate:
grano sembran le ciocche dorate:
secche lunghe ispide leggere
gialle vive belle urticanti
chiare fresche lucide tenere
dolci forti soffici guizzanti...
sempre lussuose...
o lussuriose.

Tu sei proprio la quinta stagione:
quella bocca mi fa uscir di ragione:
bella viva lucida sincera
dolce calda secca eccitante
rossa forte tumida tenera
tonda chiusa mobile succhiante...
come ventosa...
o lussuriosa.

Milano, 19 novembre 1974

Indice poesie Home Potete inviare commenti (possibilmente non insulti)
contributi, suggerimenti all'autore: Diego Cattaruzza