Home Indice poesie
Tracce di pulviscolo

Black & White

Mi sveglia dal nero
buio del sonno
la luce scialba
soffusa dell'alba;
fuori dal sonno
mi sembra non vero
di trovarmi a Milano,
senza calore,
e cerco, ma invano,
qualche colore.

Guardo il cielo: è grigio,
plumbeo, pesante;
guardo l'asfalto: è grigio,
topo; anelante,
guardo le case: son grigiastre,
squallide, corte;
guardo le facce: son grigiastre,
languide, smorte.

Sento la vita bigia,
che pulsa stanca,
in cerca frenetica,
con fretta fanatica,
di ciò che manca;
la luce stanca,
che illumina statica,
inane ed apatica,
mi sembra bianca,
nell'atmosfera bigia.

Ed invece è biancastra,
idiota, stolida;
ed ancora è biancastra
la foglia rorida,
che non riesce a morire
coi colori autunnali,
ma soltanto a marcire
tra peste pedonali.

Mi faccio forza con due bicchierini
di questo wisky con due cagnolini:
uno bianco e l'altro nero:
Black & White, ironia:
non sembra proprio vero...
già... . Malinconia.

Milano, 12 novembre 1974

Indice poesie Home Potete inviare commenti (possibilmente non insulti)
contributi, suggerimenti all'autore: Diego Cattaruzza