Home Indice poesie
Tracce di pulviscolo

In morte di Sidi

Ed io me ne sono andato
ingrato e spensierato
fuori
pur sapendo ch'eri malata
fuori
e poi tu te ne sei andata.

Ed io ora sono qui
a compiere il rito funebre
di bruciarti;
ed io ora resto qui
e le lacrime tra le palpebre
a guardarti
le trattengo, vile, a stento
e ricordo lo sgomento
di quando con gli occhi chiusi t'ho trovata
ormai per sempre addormentata.

E ricordo che stamane
alla porta
tu mi chiedevio di non andare;
non ti dovevo abbandonare,
e sei morta
così: sola come un cane.

Trieste, notte tra 7 e 8 luglio 1974

Indice poesie Home Potete inviare commenti (possibilmente non insulti)
contributi, suggerimenti all'autore: Diego Cattaruzza